Mastopessi: cos'è e come può restituirti un seno perfetto

Mastopessi

“Una bellezza che senti subito tua. Ti appartiene, perché è autentica e naturale.” Dott.Vincenzo Colabianchi

Dott.Vincenzo Colabianchi

Prenota ora una visita

Mastopessi: cos’è e a cosa serve

La mastopessi è un intervento definito di chirurgia estetico-plastica maggiore. Si tratta di un’operazione di rimodellamento, sollevamento e ringiovanimento del seno. L’invasività dell’operazione, così come la sua complessità e la sua durata, dipendono dalle condizioni di partenza del seno da trattare e dal risultato che la paziente mira ad ottenere.

mastopessi

Cos’è la mastopessi e quando va presa in considerazione

Per mastopessi si intende un lifting del seno, che mira a restituire o donare ex novo forma, tono, turgore alle mammelle. Molte donne, fin dalla giovane età o nel corso della propria vita, non si ritengono soddisfatte dell’aspetto del proprio décolleté. Questo può comportare un disagio psicologico in alcuni casi così grave e profondo da compromettere seriamente la qualità della vita. Ad esempio, influenzando i gusti nello scegliere gli abiti, portandole a rinunciare al bikini e alla spiaggia, persino compromettere le relazioni sentimentali. In tutti questi casi è importante sapere che esiste un modo per correggere il difetto e ritrovare l’autostima, oltre al seno dei propri sogni.

Quando ricorrere alla mastopessi

  • In caso di seno geneticamente cadente, piccolo o grande che sia.
  • Dopo un importante dimagrimento, se il seno appare svuotato e privo di tono.
  • In seguito all’allattamento.
  • Per correggere la ptosi mammaria.

Cos’è la ptosi mammaria?

Una condizione, fisiologica o patologica, per la quale uno o entrambi i seni tendono ad essere molto cadenti. In questo caso, l’attività fisica intesa anche come esercizi mirati a rinforzare la muscolatura pettorale, possono essere utili e coadiuvanti ma difficilmente risolutivi. La ptosi può essere presente anche in giovane età, per cause genetiche, ma generalmente insorge a seguito di situazioni specifiche come:

  • dimagrimenti;
  • gravidanza;
  • allattamento;
  • età matura;
  • condizioni particolari, ad esempio interventi di chirurgia terapeutica al seno, di tipo oncologico o di diversa natura.

In  tutte queste circostanze è possibile avvalersi della mastopessi. Un vero e proprio lifting che, oltre a modellare il seno, lo solleva e lo rende più tonico e compatto. Naturalmente, alla mastopessi possono essere abbinati interventi che mirino a modificare la forme e il volume del seno, come mastoplastica additiva o riduttiva, a seconda dei casi e dei desideri della paziente.

Mastopessi e ptosi mammaria

Per prevenire la ptosi del seno si ricorda che esistono dei comportamenti virtuosi che possono sicuramente aiutare.

  • Evitare repentini e importanti cambi di peso, mantenendo il peso-forma.
  • Fare attività fisica, concentrandosi anche su esercizi specifici per i pettorali.
  • Condurre una vita sana, un’alimentazione bilanciata ed evitare vizi ed eccessi dannosi come troppi zuccheri, troppi grassi, sigarette, alcool, poche ore di sonno.
  • Utilizzare buoni cosmetici e prendersi cura anche dell’aspetto della pelle del proprio seno.
  • Ricordarsi sempre di effettuare la prevenzione, presso il senologo, per assicurarsi che il proprio seno sia in buona salute.

Tuttavia non sempre questi accorgimenti bastano. Il chirurgo estetico valuta la gravità della ptosi su una scala di quattro gradi. Il primo grado rappresenta una ptosi lieve, il secondo moderata, il terzo media e il quarto grave. E’ molto importante specificare che la ptosi mammaria non è assolutamente una malattia che influisce sulla salute, infatti non dà sintomi e non è correlata a nessun aumentato rischio di patologia senologica. Si tratta esclusivamente di un difetto estetico che può danneggiare l’autostima e la qualità della vita della donna che si ritrova a conviverci.

Mastopessi: la preparazione

mastopessi

Come abbiamo detto poc’anzi, la mastopessi è un intervento complesso, da svolgersi in anestesia generale e, solitamente, in regime di ricovero per 24/48 ore o day hospital, laddove possibile. Prima di effettuarlo, quindi, è importante fissare un incontro con il chirurgo per una visita pre-operatoria. In questo frangente il medico valuterà le condizioni del seno e l’anamnesi generale della paziente e ascolterà le sue motivazioni e i suoi desideri. Una volta raccolti tutti i dati, proporrà la tipologia di intervento più indicata e illustrerà i risultati che l’operazione porterà. Sempre in questa sede, il chirurgo chiederà alla paziente se desidera anche aumentare la grandezza del seno con una mastoplastica o se invece basterà effettuare una mastopessi senza protesi.

Check-up pre-operatorio

Prima di dare l’idoneità alla mastopessi, probabilmente il chirurgo richiederà degli esami che attestino la buona salute generale della paziente. Tra i test richiesti possono esserci:

  • analisi del sangue complete;
  • test specifico sulla coagulazione del sangue;
  • urine analisi complete;
  • visita senologica, eventualmente mammografia o ecografia.

In preparazione all’intervento è bene smettere di fumare e sospendere, quando possibile e con il permesso del proprio medico curante, l’assunzione di farmaci che potrebbero influire negativamente sulla coagulazione.

mastopessi

Dott.Vincenzo Colabianchi

Prenota ora una visita

Mastopessi: come si svolge l’intervento e tipologie

All’intervento di mastopessi si deve arrivare a digiuno e dopo aver effettuato tutte le analisi di routine prescritte dal chirurgo in ambito di visita pre-operatoria. A questo punto, in base alle necessità soggettive e a quanto valutato durante il colloquio, si può scegliere di agire con tre tecniche diverse.

mastopessi

  1. Incisione verticale e orizzontale attorno alle areole.
  2. Verticale periareolare.
  3. Intervento periareolare seguendo la forma dell’areola stessa.

Tutte e tre le tecniche permettono di sollevare il seno, riportarlo alla sua posizione originaria e quindi dargli un aspetto più sodo e giovane. Inoltre, in fase di sutura, si elimina la pelle in eccesso per far sparire eventuali segni, grinze o rughe dell’epidermide così da far apparire il seno più giovane. Contestualmente è possibile inserire delle protesi per effettuare una mastoplastica additiva o aspirare grasso in eccesso per ridurre le dimensioni. Le cicatrici sono piccole e circoscritte e tenderanno a diventare sempre meno visibili nel corpo del tempo. Essendo vicino alle areole, però, saranno quasi sempre nascoste dal reggiseno o dal bikini, quindi praticamente invisibili. L’intervento può durare 2/3 ore.

Mastopessi: post-operatorio

Subito dopo l’intervento, generalmente, si consiglia un ricovero che può andare dalle 24 alle 72 ore, in base alle condizioni soggettive della paziente. Se compare dolore o fastidio può essere trattato con blando antidolorifico come il paracetamolo.

Mastopessi: recupero post-operatorio

Una volta dimessa, la paziente dovrà cercare di stare a riposo per almeno una decina di giorni e poi, lentamente e gradualmente, potrà riprendere tutte le sue attività. Fondamentale concordare con il medico un piano di follow-up, ossia una serie di visite di controllo in modo da potersi assicurare che la guarigione delle incisioni stia procedendo per il meglio. Dopo circa un mese, generalmente, si ritorna alla totale e piena funzionalità, possibilità di fare sport inclusa.

Mastopessi: rischi e complicazioni

Come per tutti gli atti chirurgici, anche la mastopessi potrebbe comportare un certo margine di rischio per complicazioni. Tra le più frequenti:

  • complicanze legate all’anestesia;
  • episodi di infezione, da trattare tempestivamente con antibiotico;
  • piccole emorragie sottocutanee, che possono essere drenate in un momento successivo all’intervento;
  • arrossamenti, irritazioni, formicolii, fastidio, cicatrici cheloidi;
  • impossibilità di allattare;
  • possibilità di ritorno della ptosi dopo alcuni anni.

Mastopessi: controindicazioni

La mastopessi non presenta particolari controindicazioni e può essere eseguita su tutte le pazienti sane, di qualsiasi età. Si consiglia, senz’altro, di cercare di evitarla in età molto giovane, in quanto potrebbe poi inficiare l’allattamento, in caso di maternità. Le uniche controindicazioni all’intervento sono legate a situazioni patologiche soggettive, ossia non idoneità all’anestesia. Può essere sconsigliata in caso di forte predisposizione familiare al cancro del seno, in situazioni ambigue per patologie tumorali mammellari, in caso di diabete.

 Mastopessi: risultati

mastopessi

I risultati di una mastopessi dipendono molto dalla condizione di partenza della paziente ma, per tutte, è garantito:

  • sollevamento del seno e ritrovata simmetria;
  • aspetto più pieno, sodo, turgido;
  • pelle distesa e liscia.

Mastopessi costi

I costi di una mastopessi dipendono dall’entità del lavoro che si dovrà svolgere per ottenere il miglior risultato possibile. Quindi, soprattutto se si desidera abbinare una mastoplastica, potrebbe cambiare anche il prezzo dell’intervento.

Richiedi un appuntamento per una consulenza

Testimonianze

Cosa dicono
i miei pazienti

Ho deciso di fare l'operazione dopo anni di lavoro, insicurezze e vergogna. Per quanto dimagrissi la mia pancia non cambiava mai, causandomi stress e sconforto. Decisa ad affrontare questa situazione, mi sono rivolta a ben 5 chirurghi: ma con il dottor Colabianchi è stato "amore a Prima Vista"...

DLL
Finalmente rivivo ✌ ✌ ✌ Ho detto basta ad anni di insicurezza e vergogna!!!

Centro molto accogliente dove da subito sanno mettere il paziente a proprio agio...molto discreto..pulizia al massimo...sala operatoria degna del nome che porta....io ho già avuto diverse esperienze purtroppo negative quindi so di cosa parlo... Sono anche cosciente del fatto che all'inizio nn pensiamo a tutti questi particolari ma nel complesso dell'intervento e quindi per una buona riuscita e per un benessere dei pazienti è un aspetto fondamentale...ve lo posso assicurare!!!! E poi lui....Vincenzo Colabianchi...un vero professionista nel suo lavoro...sa consigliare sempre per il meglio....mai eccessivo...mai arrogante...

Bologna71
Tornerei anche domani in questo centro ....sicura dell'igiene e della professionalità e gentilezza che lo contraddistinguono!!!!

Mi sono decisa dopo tanti anni e ora sono felice di aver compiuto questo passo. Avevo contattato in passato altri chirurghi della mia città (Bologna) ma non mi avevano convinta. Il dr. Colabianchi mi ha visitata la prima volta a Villalba e subito mi ha fatto una buona impressione, ha ascoltato e risposto alle mie domande con professionalità e simpatia. Sono stata contattata il giorno seguente dalla sua assistente Simona, che ricopre un ruolo importante perché sa stare vicino ai pazienti e riesce a tranquillizzare con il suo tono molto pacato e gentile.

Icona-vc
Anonimo
Mastopessi con protesi