Mastoplastica additiva: cos'è e come ti restituisce un seno pieno e sodo

Mastoplastica additiva

“Una bellezza che senti subito tua. Ti appartiene, perché è autentica e naturale.” Dott.Vincenzo Colabianchi

Dott.Vincenzo Colabianchi

Prenota ora una visita

Mastoplastica Additiva: cos’è

Quando parliamo di mastoplastica additiva siamo portati immediatamente a pensare a un intervento di chirurgia plastica atto ad aumentare il volume del seno. Questo concetto è a dir poco riduttivo. Certamente, grazie alla mastoplastica è possibile ottenere un seno più grande ma non solo. Si utilizza questa scelta chirurgica anche in altre svariate situazioni: in caso di escissione mammellare post-cancro, dopo un dimagrimento molto importante per donare nuovamente consistenza e volume al seno, in post-allattamento. E anche in tutte quelle circostanze in cui, a causa del tempo del passa o di problematiche soggettive, è necessario rimodellare e rendere simmetriche e più gradevoli di aspetto le mammelle. Quindi non solo un’operazione per avere un seno prosperoso e seducente ma, in moltissimi casi, un gesto terapeutico verso se stesse, per recuperare l’autostima o correggere difetti visibili che fanno soffrire a livello psicologico, mortificando la propria idea di femminilità.

mastoplastica additiva

Mastoplastica Additiva : chi può farla?

La mastoplastica additiva può essere eseguita su tutte le donne adulte, quindi si consiglia almeno di essere maggiorenni, che non abbiano fattori di rischio per anestesia o per chirurgia in generale. Ciò significa che è un intervento che quasi tutte le donne possono scegliere di fare. Ad esempio:

  • ragazze, meglio se almeno maggiorenni, con un seno piccolo per questioni di genetica o costituzione, oppure che desiderano modellare meglio la forma del proprio;
  • donne di qualsiasi età che hanno il seno svuotato dopo un percorso importante di perdita di peso;
  • mamme dopo l’allattamento;
  • signore, anche in età matura, che vogliono contrastare il cedimento del seno dato dal passare del tempo;
  • pazienti oncologiche che hanno subito un’escissione e vogliono regalarsi un seno nuovo;
  • tutte coloro che hanno subito interventi terapeutici al seno, o traumi, che ne abbiano cambiato forma o consistenza;
  • qualsiasi donna non sia soddisfatta della grandezza o della forma del proprio seno.

I requisiti per potersi sottoporre a mastoplastica additiva quali sono?

Semplicemente essere in buona salute, quindi essere soggetti ritenuti idonei per la chirurgia e per l’anestesia. Fondamentale, soprattutto quando l’intervento viene scelto per superare un momento difficile, ad esempio il superamento di un problema oncologico o uno stato di depressione a causa di bassa autostima, la consapevolezza di ciò che si sta facendo e perché.

Mastoplastica additiva: le protesi, a ognuna la sua!

La mastoplastica additiva, che modifica grandezza e forma del seno, si esegue inserendo delle protesi all’interno della cavità mammaria. Naturalmente, non è possibile utilizzare una tipologia di protesi universale, che vada bene per tutte. Vediamo insieme quali sono le possibili opzioni.

  1. Rotonde o a goccia

Consigliate alle pazienti giovani, con un tessuto mammario ancora piuttosto denso e sodo, che vogliono aumentare lievemente le dimensioni o effettuare un semplice rimodellamento.

2. Ergonomiche

Dall’aspetto molto naturale, molto simile a quello di un seno non rifatto.

3. Lisce o ruvide

Anche dette protesi a superficie liscia o protesi a superficie testurizzata. Le prime sono più morbide mentre le seconde più rigide, adatte a chi vuole puntare tutto sul tono e sul turgore.

4. In gel al silicone

Sono le più conosciute, ultimamente, e anche quelle maggiormente usate. Hanno il vantaggio di poter scegliere la consistenza oltre che la forma la grandezza. Un seno rifatto con silicone, infatti, grazie alla giusta protesi, può risultare, anche al tatto, molto simile a uno naturale.

Mastoplastica Additiva ed età

mastoplastica additiva

Si sa che, quando si parla di chirurgia plastica, l’eterna diatriba si concentra sui limiti d’età, minimi e massimi, entro i quali è opportuno concedersi il famoso ritocchino. A prescindere dal pensiero personale, medicalmente parlando, è possibile eseguire una mastoplastica additiva senza incorrere in rischi particolari a partire dalla fine dello sviluppo (quindi almeno 18 anni) senza limiti di età massima. Soprattutto se la paziente matura è in ottima salute.

Mastoplastica Additiva: preparazione e visita pre-operatoria

La mastoplastica è un intervento chirurgico a tutti gli effetti e, come tale, presenta comunque un margine di rischio. Questo è principalmente legato ad eventuali reazioni all’anestesia o a disfunzioni nella coagulazione sanguigna. Ecco perché, prima di accomodarsi sul lettino del chirurgo, è indispensabile:

  • fare una visita pre-operatoria, dove sarà eseguita l’anamnesi della paziente e verranno richieste alcune analisi;
  • eseguire il check-up richiesto ossia analisi sangue, urine ed ECG ed, eventualmente, anche eco mammaria o mammografia;
  • smettere di fumare un po’ prima dell’intervento;
  • sospendere le terapie farmacologiche che interagiscono con la coagulazione.

Il giorno dell’intervento bisognerà essere a digiuno da almeno 8/10 ore quindi, orientativamente, dalla mezzanotte.

Mastoplastica Additiva: quali i rischi?

La mastoplastica è un intervento che non presenta grossi rischi, anche se, come in tutte le operazioni chirurgiche, bisogna comunque fare particolare attenzione ad alcune situazioni. La complicanza di maggiore incidenza è la possibilità, seppur abbastanza rara, di rigetto della protesi. In pratica l’organismo, non riconoscendo la protesi come parte integrante, la attacca attivando il sistema immunitario. Questo può provocare una reazione molto forte, potenzialmente pericolosa, paragonabile a uno choc anafilattico. In altri casi possono insorgere infezioni, curabili nella stragrande maggioranza dei casi con adeguate terapie antibiotiche. Altre complicanze minori sono rappresentate da dolore post-operatorio, ecchimosi, cicatrizzazione di tipo cheloide.

Dott.Vincenzo Colabianchi

Richiedi ora una visita

Mastoplastica Additiva: come si svolge l’intervento

L’approccio chirurgico in ambito di mastoplastica additiva dipende da diversi fattori:

  • la specificità della paziente;
  • il tipo di protesi scelto;
  • il risultato che si vuole ottenere quindi se solo grandezza, se grandezza e volume, se rimodellamento.

In linea generale, però, si fanno delle incisioni nel solco ascellare e attorno all’areola. In questo modo le cicatrici saranno poco visibili, più piccole e sottili possibile e nascoste dalla naturale postura o dalla biancheria. Laddove possibile si preferisce la tecnica moderna Dual Plane. Consiste nel posizionare la protesi sotto il muscolo del grande pettorale. Questo garantisce un risultato molto confortevole e naturale.

Tipo di anestesia e durata della mastoplastica

L’intervento si esegue in anestesia totale. Con un ricovero che, generalmente, comprende almeno la giornata dell’intervento e la notte dello stesso. Dura all’incirca un’ora ma in tempi possono allungarsi laddove la correzione da effettuare sia più impegnativa o in caso si voglia abbinare anche un altro ritocco, ad esempio una mastopessi.

mastoplastica

Decorso post-operatorio della Mastoplastica Additiva

Nelle ore successive all’intervento il seno potrà risultare gonfio e indolenzito. Qualche ecchimosi o rossore potrà protrarsi per qualche giorno. Bisognerà portare un reggiseno contenitivo e seguire scrupolosamente le indicazioni del chirurgo, incluso non disertare le visite di controllo. Gradualmente e con calma, dopo circa una settimana, si può tornare a svolgere le proprie attività e dopo almeno un mese lo sport.

Mastoplastica Additiva: costi

Il prezzo dell’intervento varia in base a:

  • listino prezzi del medico o della struttura scelta, ricordiamo di diffidare delle offerte low-cost, che spesso nascondono l’utilizzo di protesi di scarsa qualità;
  • la scelta della protesi;
  • l’eventualità di eseguire in combo un altro intervento, per esempio il lifting del seno.

Richiedi un appuntamento per una consulenza

Testimonianze

Cosa dicono
i miei pazienti

Ho deciso di fare l'operazione dopo anni di lavoro, insicurezze e vergogna. Per quanto dimagrissi la mia pancia non cambiava mai, causandomi stress e sconforto. Decisa ad affrontare questa situazione, mi sono rivolta a ben 5 chirurghi: ma con il dottor Colabianchi è stato "amore a Prima Vista"...

DLL
Finalmente rivivo ✌ ✌ ✌ Ho detto basta ad anni di insicurezza e vergogna!!!

Centro molto accogliente dove da subito sanno mettere il paziente a proprio agio...molto discreto..pulizia al massimo...sala operatoria degna del nome che porta....io ho già avuto diverse esperienze purtroppo negative quindi so di cosa parlo...Sono anche cosciente del fatto che all'inizio nn pensiamo a tutti questi particolari ma nel complesso dell'intervento e quindi per una buona riuscita e per un benessere dei pazienti è un aspetto fondamentale...ve lo posso assicurare!!!!E poi lui....Vincenzo Colabianchi...un vero professionista nel suo lavoro...sa consigliare sempre per il meglio....mai eccessivo...mai arrogante...

Bologna71
Tornerei anche domani in questo centro ....sicura dell'igiene e della professionalità e gentilezza che lo contraddistinguono!!!!

Mi sono decisa dopo tanti anni e ora sono felice di aver compiuto questo passo. Avevo contattato in passato altri chirurghi della mia città (Bologna) ma non mi avevano convinta.Il dr. Colabianchi mi ha visitata la prima volta a Villalba e subito mi ha fatto una buona impressione, ha ascoltato e risposto alle mie domande con professionalità e simpatia.Sono stata contattata il giorno seguente dalla sua assistente Simona, che ricopre un ruolo importante perché sa stare vicino ai pazienti e riesce a tranquillizzare con il suo tono molto pacato e gentile.

Icona-vc
Anonimo
Mastopessi con protesi