• 787
  • 0

Non Surgery: sempre più richiesto

Dagli USA i dati sono forti e chiari. La maggior parte delle persone che pensa al “ritocchino” desidera che sia un intervento semplice, veloce e senza ricovero né lunghe tempistiche di convalescenza. Un non surgery, per dirlo all’americana!

Non Surgery in medicina estetica: di che si tratta?

Sotto la voce “non surgery” sono annoverati tutti quei trattamenti poco invasivi atti a migliorare gli inestetismi di viso e corpo.

I vantaggi:

  • nessun rischio durante l’intervento;
  • si effettuano in ambulatorio, senza necessità di ricovero;
  • esito cicatriziale minimo o inesistente;
  • convalescenza veloce;
  • pochi o nulli effetti collaterali;
  • praticamente nessuna controindicazione.

Sicurezza e velocità sembrano essere le due skills richieste dai pazienti americani che vogliono migliorare il proprio aspetto senza soffrire e senza perdere tempo.

non surgery
Ritocchi Soft per lievi difetti

Trattamenti soft e non surgery

La popolarità di:

e, in generale, di tutte le procedure estetiche non invasive è in continua ascesa e sono sempre più numerose le persone che cercano un’alternativa all’intervento chirurgico.

L’ultimo rapporto dell’American Society of Plastic Surgeons

Il rimodellamento del corpo e le procedure non invasive continuano a dominare il settore”, si legge nel report, puntualizzando che lo scorso anno negli States sono stati eseguiti 15,7 milioni di trattamenti non chirurgici con un incremento del 2% rispetto ai 12 mesi precedenti. Il 2% potrebbe sembrare di primo acchito un dato poco rilevante ma il progressivo aumento dimostra che questo tipo di approccio è sempre più richiesto. Tanto che dal 2000 a oggi il settore del “non surgery” è cresciuto del 200%. Il dossier evidenzia anche che le procedure non invasive di rimodellamento del corpo e di rimozione del grasso in eccesso sono una delle aree di maggiore interesse (+20% nel 2017). Tra queste il Coolsculpting (+7%), i trattamento laser contro cellulite e adipe localizzato (+19%), e le procedure rimodellanti che eliminano il grasso e ridisegnano, rendendola più tonica, la silhouette (+9%). Guardano al viso, il botulino conquista un +14% mentre i peeling chimici raggiungono un +7%. Côtè chirurgia estetica, due gli interventi in crescita: la mastoplastica riduttiva (+11%), e il “tummy tuck”, il rimodellamento dell’addome (2%).

Dati relativi alle procedure Top Five per entrambe le discipline.

non surgery
Non Surgery

Procedure non chirurgiche (15,7 milioni in totale)

  1.  Botulino, Dysport e Xeomin – 7,23 milioni di trattamenti, + 2%
  2. Filler iniettabili – 2,69 milioni di trattamenti, +3%
  3.  Peeling chimici – 1,37 milioni di trattamenti, + 1%
  4. Epilazione laser – 1,1 milioni di trattamento, – 2%
  5.  Microdermoabrasione – 740.287  trattamenti, -4%

Procedure chirurgiche (1,8 milioni in totale)

  1. Mastoplastica additiva – 300,378 procedure, + 3%
  2. Liposuzione – 246,354 procedure, + 5%
  3. Rinoplastica – 218,924 procedure, -2%
  4. Blefaroplastica – 209, 571 procedure, pressochè invariato rispetto all’anno precedente
  5. Tummy Tuck – 129,753 procedure, + 2%.

La conclusione? Il non surgery vince!

Guardando i dati del report USA, ma anche il trend che prende sempre più piede in Italia, pare proprio che il “ritocchino non surgery” sia la scelta che più attira chi vuole ricorrere alla chirurgia estetica. Oggigiorno, grazie ai nuovi prodotti, alle nuove tecniche e tecnologie, esistono svariate opzioni soft. Nonostante non sempre il risultato sia paragonabile agli interventi tradizionali, sono validissime alternative.

Quando scegliere la chirurgia e quando il ritocco soft?

non surgery
Ritocchino

Il non surgery è adatto a tutti ma, in certi casi, il chirurgo potrebbe sconsigliarlo a favore di una chirurgia più tradizionale. I trattamenti soft sono ottimi per correggere lievi inestetismi, per il ringiovanimento, per la cancellazione di segni, cicatrici, rughe, linee, smagliature. Tuttavia, se si pensa a cambiamenti importanti, che hanno anche grandi aspettative, non è sempre giusto tamponare la situazione con un trattamento soft. Pensiamo a chi necessita di rinoplastica, mastoplastica o gluteoplastica o a chi vuole decisamente rimodellare il viso. In questi casi, meglio soddisfare l’esigenza appieno, affidandosi agli interventi chirurgici del caso.

Chi sono i candidati ideali ai trattamenti non surgery?

  • Giovani donne e uomini che voglio fare prevenzione.
  • Donne e uomini che vogliono correggere difetti lievi.
  • Coloro che mirano al ringiovanimento ma non necessitano di un intervento invasivo come il lifting.
  • Chi desidera cancellare imperfezioni, rughe, linee d’espressione.
  • Persone con cuscinetti o adipe localizzato in piccole quantità.
  • Coloro che desidarano combattere la cellulite o lievi cedimenti.

Aggiungi Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *