addominoplastica
  • 46
  • 0

Sai tutto sull’addominoplastica?

L’addominoplastica è un intervento chirurgico addominale di una certa entità. Se da un lato può risolvere molte problematiche, estetiche e funzionali, dall’altro è pur sempre un atto chirurgico. Prima di scegliere se sottoporsi alla chirurgia dell’addome è bene essere il più informati possibile.

addominoplastica
Pancia Piatta

10 domande che nessuno osa fare

Si sente spesso parlare di addominoplastica. L’intervento alla pancia che permette di eliminare grasso e pelle superflua e ritrovare un’invidiabile silhouette. Giovane, agile e scolpita. Ma è davvero così facile? La risposta è no. Ecco perché è fondamentale arrivare preparati alla scelta di sottoporsi all’operazione addominale.

Linee guida generali

addominoplastica
Addominoplastica

In via generale cominciamo con il dire che l’addominoplastica è consigliata:

  • a persone normopeso (quindi per eliminare la pelle in esubero dopo la dieta o per correggere i muscoli addominali in caso di parto, forti dimagrimenti o adipe resistente);
  • esclusivamente a pazienti adulti e in buona salute;
  • alle donne che non hanno in programma una gravidanza;
  • a coloro che hanno subito precedentemente un intervento bariatrico e che hanno ormai raggiunto il peso-forma;
  • in caso di disfunzionalità oggettive come laparalocele o diastasi dei retti.

Non è mai da considerarsi:

  • un modo per dimagrire (per quello bisogna impegnarsi con dieta e ed esercizio, solo al raggiungimento dell’obiettivo peso-forma si può pensare di “ritoccare” il lavoro fatto con l’addominoplastica o la mini-addominoplastica);
  • un trattamento semplice, in quanto è un intervento chirurgico da affrontare insieme a un chirurgo specializzato, in una struttura qualificata e con consapevolezza.

Quanto si sa sull’addominoplastica?

Troppe volte i pazienti arrivano in ambulatorio con le idee molto confuse sull’operazione estetica addominale. Ci sono domande che si vergognano di fare o dubbi reticenti. In questo articolo tratteremo le dieci FAQ più frequenti.

  1. Tutti possono sottoporsi ad addominoplastica?

La risposta è no. Parliamo di vera e propria chirurgia addominale. Come tutti gli interventi, il candidato deve avere dei requisiti di idoneità. Prima di dare l’ok, il chirurgo plastico valuterà alcuni parametri:

  • salute generale del paziente;
  • motivazione per la quale vuole sottoporsi all’intervento addome;
  • stile di vita del paziente (per esempio se è fumatore, se è una persona che tenderà a ingrassare nuovamente, se è una donna che in futuro vorrà avere gravidanze).

In generale si accettano pazienti adulti sani, con aspettative realistiche sul risultato dell’intervento. Consapevoli di non dover ricadere nell’obesità in futuro e di non poter avere gravidanze.

2. L’addominoplastica possono farla sia uomini che donne?

Certamente. Questo tipo di chirurgia è applicabile tanto all’addome femminile quanto all’addome maschile. L’intervento consiste nell’eliminare l’adipe addominale superfluo, nel riposizionare i muscoli addominali (se divisi da una diastasi, per esempio), nell’escindere eventuali ernie o laparocele e nel suturare la pelle per restituire al ventre un aspetto liscio e tonico.

3. Dopo l’intervento la mia pancia sarà perfetta come quelle delle modelle/modelli che vedo sui giornali o su Instagram?

No, questa non è sempre un’aspettativa realistica. E’ possibile che ciò avvenga se, in gioventù o prima del parto, il proprio fisico era già così. Tuttavia, ognuno ha la propria fisicità. Sicuramente, grazie all’addominoplastica si ottiene:

  • l’eliminazione del grasso;
  • la ricostruzione del muscolo addominale e il suo corretto riposizionamento;
  • la lisciatura di pieghe, smagliature, segni della pelle;
  • il riposizionamento dell’ombelico;
  • l’escissione di eventuali protuberanze quali ernie o laparocele.

4. Avrò una grossa cicatrice?

No. Un bravo chirurgo avrà cura di effettuare una piccola incisione nella cosiddetta “zona bikini”. Ossia la parte più bassa del ventre, a cavallo con l’inizio del pube. In questo modo la cicatrice sarà coperta dalla biancheria o dal costume da bagno. In ogni caso, il segno tenderà a schiarirsi e diventare poco visibile con il tempo. Se non si sarà soddisfatti, comunque, si potrà pensare in futuro di trattare la cicatrice con trattamenti soft mirati.

5. Dopo l’addominoplastica si vedrà “che mi sono rifatto”?

No. Se si sceglie accuratamente il chirurgo, specializzato anche in body countouring, il risultato dell’intervento all’addome sarà talmente naturale da non destare alcun sospetto in chi non sa che ci si è sottoposti a chirurgia estetica.

6. Il risultato si vede subito?

Anche in questo caso la risposta è no. Dopo l’operazione l’addome potrebbe risultare tumefatto e gonfio per qualche giorno.  Con il passare del tempo migliorerà sempre di più fino a prendere l’aspetto definitivo dopo circa sei mesi.

7. L’intervento è doloroso?

Grazie alle moderne tecniche chirurgiche, sicuramente meno invasive di quelle di decenni fa, l’addominoplastica oggi è un’operazione definibile di routine. E’ possibile provare un lieve dolore o fastidio nelle 48-72 ore post-intervento. Tuttavia, basterà trattare il disagio con una semplice terapia antidolorifica, da poter effettuare anche al proprio domicilio.

8. Come si svolge il post-operatorio?

Nei giorni seguenti all’intervento sarà consigliato il riposo, una terapia antidolorifica e una guaina contenitiva. Tale pancera andrà indossata per circa 30 giorni. Si potrà tornare allo svolgimento delle proprie abituali attività dopo una settimana. A fare sport dopo circa quattro settimane. E’ importante, durante l’anno successivo alla chirurgia, eseguire controlli periodici.

9. Quanto costa l’addominoplastica?

I prezzi della chirurgia plastica non sono classificabili in un listino fisso. Molto dipende dall’entità del difetto da correggere. Più ampio e impegnativo sarà l’intervento addominale e più costerà. Se all’addominoplastica vengono poi abbinati altri trattamenti, ad esempio la liposuzione, il lipofilling o il rimodellamento, il costo potrebbe essere diverso rispetto a quello di un intervento base.

10. Cosa dovrò fare dopo aver effettuato un’addominoplastica?

Chi si sottopone a un intervento rimodellamento pancia deve sapere che:

  • dovrà cercare di mantenere il proprio peso ideale perché, ingrassando, il risultato verrebbe vanificato;
  • non potrà avere gravidanze senza, inevitabilmente, perdere il risultato ottenuto con la chirurgia.
Addominoplastica
Addome al Top

Consapevoli e soddisfatti

Chi sceglie di intervenire sul proprio addome a scopo puramente estetico deve raggiungere alcune consapevolezze importanti. E’ fondamentale sapere cosa si può ottenere e quali saranno i risultati finali perché è l’unico modo per ottenere la massima soddisfazione dall’intervento.

I vantaggi dell’addominoplastica

Se si affronta il rimodellamento addominale con la giusta motivazione ed entusiasmo si possono ottenere tantissimi vantaggi:

  • oggettivo miglioramento fisico, con silhouette più snella, pancia piatta, pelle liscia;
  • maggiore autostima;
  • conquista di una fisicità che rappresenta meglio la propria personalità;
  • miglioramento della qualità della vita;
  • riconquista della forma fisica della propria gioventù o del pre-parto o pre-dimagrimento importante.

Aggiungi Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *