addominoplastica maschile
  • 13
  • 0

La bellezza non è più solo femminile

L’addominoplastica maschile è uno degli interventi di chirurgia plastica più richiesta dagli uomini. Al giorno d’oggi, complici anche i Social che permettono a tutti di divulgare, mostrare e vivere della propria immagine, la bellezza non è più una preoccupazione esclusivamente femminile. Gli uomini voglio essere belli, desiderabili, con un fisico scolpito come il trend del momento suggerisce. Peccato, però, che spesso questo sogno sia ostacolato dalla odiata e odiosa pancetta. Che non cala in nessun modo!

addominoplastica maschile
Six Pack

Addome prominente: tipico dell’uomo

Se le donne combattono fin dalla pubertà con la circonferenza di fianchi e cosce e con i volumi delle natiche, gli uomini, soprattutto terminata l’adolescenza e lo sviluppo, devono fare i conti con la pancetta.

Ci sono delle cause specifiche per questo

  1. Gli ormoni. Il testosterone promuove l’accumulo di adipe sull’addome. Al contrario, gli estrogeni (ormoni femminili) tendono ad accumulare grasso su fianchi e cosce.
  2. Il metabolismo. Quello maschile è generalmente più efficiente (anche in età matura) rispetto a quello delle donne. Tuttavia, la massa muscolare dell’uomo è il principale “brucia-calorie” del corpo. I maschi hanno muscoli più grossi e sviluppati in tutto il corpo, quindi non risentono particolarmente dell’accumulo su braccia, fianchi o gambe. Sull’addome, dove il muscolo è meno sviluppato e va allenato, sì.

Inoltre, contribuisce lo stile di vita

  1. Sedentarietà.
  2. Alimentazione sregolata, sbagliata, troppo abbondante.
  3. Sovrappeso o franca obesità.
  4. Fumo.
  5. Assunzione di alcool, che si traduce in tantissime calorie “vuote” cioè che producono grasso ma non nutrimento.
  6. Carenza di sonno e riposo.
  7. Allenamento scarso o errato.
  8. Stress.

Tutte queste abitudini promuovono la formazione di un addome prominente. E più passa il tempo, più il metabolismo rallenta e la massa muscolare perde potenza e volume, più è difficile smaltire la cosiddetta “pancetta“.

Prima di pensare all’intervento addome cosa si può fare?

addominoplastica maschile
“Tartaruga”

Cominciamo con il dire che l’addominoplastica maschile, così come l’addominoplastica femminile, non rientra negli interventi di chirurgia bariatrica.

Cosa significa?

Che non ci si sottopone a un’operazione chirurgica addominale “per perdere peso”. L’intervento plastico addome non è una scorciatoia e non è la soluzione al sovrappeso o all’obesità.

Quindi, prima di pensare alla chirurgia estetica è bene:

  • consultare un nutrizionista e cominciare a seguire un protocollo alimentare sano e personalizzato, che permetta di raggiungere il peso ideale;
  • iniziare a condurre una vita più attiva, allenandosi sia in maniera aerobica (per bruciare calorie) sia anaerobica (per rinforzare la muscolatura addominale);
  • eliminare dalla propria vita tutte le abitudini malsane;
  • smettere di fumare, anche perché in fase operatoria è fondamentale essere non fumatori, in quanto questo abbassa molto i margini di rischio di emorragia.

Il grasso addominale resistente

Spesso, soprattutto in soggetti giovani, cambiando lo stile di vita e impegnandosi a fare scelte corrette a tavola e in palestra, il problema “pancetta” si risolve. Tuttavia, in alcuni casi, per genetica, ormoni o soggettività, questo non basta ad ottenere i risultati sperati. E’ a questo punto che è giusto pensare all’addominoplastica maschile.

I casi in cui un uomo fa benissimo a sottoporsi all’addominoplastica

addominoplastica maschile
Sick Pack Man

Sì all’addominoplastica maschile se:

  • nonostante si sia in peso-forma si tende comunque ad avere la pancia adiposa;
  • pur mangiando correttamente e allenandosi con costanza ed efficacia, il grasso addominale resistente non accenna a calare, appannando così anche una bella muscolatura addome sottostante;
  • si è in età matura e, quindi, dieta e palestra non sono sufficienti a tonificare pelle e muscolo;
  • dopo un intervento di chirurgia bariatrica o un forte dimagrimento, per eliminare pelle in eccesso e smagliature;
  • in caso di patologie vere e proprie dei muscoli addominali o della sezione addominale: ernie, laparocele, diastasi.

Come si effettua un’addominoplastica maschile?

Tendenzialmente, il gesto chirurgico sull’addome maschile è identico a quello che si effettua sulla donna. Si pratica un’incisione, attraverso la quale si aspira il grasso in eccesso. Un bravo chirurgo avrà cura di incidere più in basso possibile. In questo modo la cicatrice sarà nascosta dalla biancheria o dal costume da bagno, in spiaggia.

Se necessario

Si abbina all’addominoplastica maschile anche una liposuzione o un intervento di liposcultura. Questo serve a dare alla silhouette la maggiore armonia possibile.

Inoltre

Se l’operazione addominale viene effettuata per curare una patologia si interverrà direttamente sulla causa. Ad esempio ci si occuperà dell’escissione di un’ernia, un laparocele o della ricostruzione dei muscoli addominali, se esiste diastasi. Contestualmente si potrà anche eliminare il grasso superfluo ed eliminare la pelle cadente. Questo restituirà all’addome un aspetto perfetto. Liscio, tonico, privo di segni e smagliature.

Le aspettative

addominoplastica maschile
Cristiano Ronaldo CR7

Come abbiamo detto, la chirurgia plastica è uno strumento infallibile per il miglioramento fisico ma non è magia. Difficile raggiungere il risultato del proprio idolo, magari uno sportivo con un six pack invidiabile. Il chirurgo lavorerà sull’addome del paziente esaltando al massimo la sua linea e armonizzando al meglio le sue forme. La soggettività resta un cardine importante perché è anche indice di naturalezza. Dopo l’addominoplastica maschile, infatti, non si otterrà un aspetto “artefatto”. L’obiettivo è quello di un risultato naturale e migliorativo dell’estetica.

La convalescenza post addominoplastica maschile

Il post operatorio è identico a quello femminile. L’intervento si pratica in anestesia totale e day hospital. A volte il medico potrà suggerire di trascorrere la notte in ricovero, per un monitoraggio più attento. Nei giorni dopo l’operazione potrà essere presente fastidio o dolore localizzato. Questi effetti collaterali possono essere tenuti sotto-controllo con una semplice terapia antidolorifica. Il paziente dovrà riposare qualche giorno poi potrà tornare alle sue normali attività, indossando per circa un mese una guaina contenitiva. Lo sport potrà essere ripreso, gradualmente, dopo un mese circa.

Il follow up

Molto importante, da sottolineare soprattutto agli uomini che tendono spesso a trascurare i controlli, il follow up. Dopo l’addominoplastica maschile il paziente dovrà sottoporsi a diversi controlli periodici per almeno un anno.

Prezzi dell’addominoplastica maschile

I costi dell’intervento di chirurgia plastica addominale sono molto soggettivi.

Possono cambiare in base a:

  • tipologia di intervento (per estetica o per patologia);
  • gravità dell’inestetismo da correggere;
  • abbinamento di altri trattamenti volti a ottimizzare il risultato finale;
  • tempistica e tipologia di ricovero.

I vantaggi dell’intervento addominale

Se affrontato con consapevolezza e maturità, l’intervento di addominoplastica maschile può realmente cambiare la vita e alzarne la qualità.

addominoplastica maschile
Fisico Maschile Top

I motivi principali:

  1. Rinnovo della propria autostima.
  2. Sicurezza in se stessi, con tutto il corredo: più vita sociale, relazioni più spensierate e appaganti, meno limiti.
  3. Chi si piace sta meglio. Guardarsi allo specchio e sentirsi soddisfatti dell’immagine che ne rimanda può addirittura curare malattie gravi e devastanti come depressione, ansia, fobie, complessi, disturbi comportamentali.

Qualche consiglio finale

Se si sta pensando di informarsi sulla possibilità di essere un candidato ideale per l’addominoplastica maschile è bene tenere a mente alcune nozioni basilari.

  1. Scegliere un ottimo chirurgo, competente ed esperto.
  2. Affidarsi solo a chirurghi che operano in strutture specialistiche e sicure.
  3. Seguire i consigli del chirurgo, ascoltare le sue indicazioni. Durante il colloquio è bene porgli tutte le domande e decidere solo quando si è sicuri di essere veramente informati su tutto e convinti. Non si deve avere paura di esporre i dubbi al proprio chirurgo plastico di fiducia: l’addominoplastica va affrontata con serenità e cognizione di causa.
  4. Attenersi scrupolosamente alle prescrizioni del medico per quanto riguarda convalescenza e follow-up.
  5. Tenere a mente che, dopo l’operazione addominale, bisognerà comunque adottare uno stile di vita sano. Ingrassare, per esempio, vanificherebbe tutto il risultato ottenuto. Se, invece, si ha cura di sé, l’addominoplastica maschile è un intervento che dura tutta la vita.

 

Aggiungi Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *