off label
  • 6.319
  • 0

Off Label: cosa arriva dall’America?

Pionieri come sempre in tutto ciò che riguarda la medicina e la chirurgia estetica! Gli americani, che non temono di sperimentare e indagare le potenzialità dei farmaci a loro disposizione alla ricerca di soluzioni alternative per i più diffusi inestetismi, verificandone l’efficacia con il loro utilizzo “off label”.

off label
News dall’America

Cosa significa?

Ovvero, impiegando tali farmaci nella pratica clinica per il trattamento di problematiche non espressamente e ufficialmente approvate. Diverse rispetto a quelle per cui vengono invece prescritti.

Ad esempio

I filler. Tecnicamente approvati dalla Food and Drug Administration americana per l’uso solo su:

  • labbra;
  • guance;
  • pieghe nasolabiali;
  • dorso delle mani;

ma sempre spesso più protagonisti di procedure “alternative”. Che, data l’evidenza dei risultati, non vengono tuttavia sanzionate dalla FDA.

A cosa si deve l’escalation dell’impiego off label degli iniettabili?

Semplice! I medici estetici nel corso degli anni hanno acquisito una sempre maggiore familiarità con i filler, con i differenti gradi di viscosità delle formule, con la durata dei risultati e le loro diverse performance. Arricchendo, di conseguenza, la gamma delle procedure estetiche cui è possibile sottoporsi. Che, ormai, coinvolgono qualsiasi parte del corpo.

Ma c’è anche un “rovescio della medaglia”

I pazienti sono sempre più informati sui trattamenti e sui farmaci. Tanto da conoscerne appieno il potenziale “multitasking”. Diventando, come affermano gli esperti d’Oltreoceano “sempre più creativi nelle loro richieste off label”.

Curiosi di conoscerle? Vi proponiamo alcune delle procedure più diffuse (e sicure) alcune delle quali vengono già effettuate anche in Italia.

 

Filler Foot

 

I filler a base di acido ialuronico come:

  1. Restylance;
  2. Juvéderm;

sono stati approvati dalla Food and Drug Admnistration per volumizzare alcune parti del volto e del dorso delle mani. Ma non solo. I medici estetici li utilizzano anche per eseguire il Filler Foot. Una tecnica innovativa, indolore e non invasiva. Che attenua immediatamente la sensazione fastidio e dolore all’avampiede causata dall’utilizzo dei tacchi alti. Il trattamento consiste nell’iniettare sotto la pianta del piede acido ialuronico macromolecolare (dalla densità maggiore rispetto a quello utilizzato nei filler per il viso). Creando una sorta di cuscinetto morbido (il cui effetto è simile a quello delle solette di silicone) che allevia la pressione e il sovraccarico causato dall’indossare tacchi troppo alti.

A richiederlo

Non sono solo le “stiletto addicted”, sottolineano gli esperti, ma anche persone che per lavoro stanno molte ore in piedi. L’intervento è ambulatoriale. Può essere eseguito in qualsiasi momento dell’anno. Assicura risultati immediati e permette di tornare subito alle attività quotidiane. Unica nota negativa, come per tutti i filler, il risultato non è definitivo. I “cuscinetti” si riassorbono progressivamente nell’arco di circa nove mesi. Poiché, si sa, la longevità dell’effetto del riempitivo è principalmente legata alla dinamica della parte in cui viene iniettato. Ovvero si riassorbe più velocemente nelle aree di maggiore movimento. È possibile, comunque, sottoporsi nuovamente all’intervento e non esiste alcuna controindicazione.

off label
Tacco 12

 

Hip Dips

 

Secondo gli esperti è un trend nato grazie a Instagram. L’Hip Dips, che tradotto letteralmente significa “avvallamento del fianco”, prende di mira quelle lievi rientranze presenti nella parte tra i fianchi e le cosce che alterano, interrompendolo, il profilo sinuoso della forma a clessidra della silhouette. La dott.ssa Michelle Henry, chirurgo dermatologo di New York City, ogni mese visita nel suo un numero significativo di pazienti. Che mirano a riempire queste depressioni per ottenere un corpo dal profilo più morbido e fluido nell’area compresa tra il punto vita e la curva dei fianchi. Precisamente all’altezza dell’anca.

Come si effettua l’intervento

Dopo aver applicato una crema anestetizzante, la dott.ssa Henry, avvalendosi di una cannula, inietta per ciascun fianco da due a quattro fiale di Sculptra. Un riempitivo a base di acido poli-L-lattico (lo stesso materiale utilizzato nelle suture riassorbibili). Che aumenta, nel tempo, la produzione di collagene, contribuendo a colmare e riempire gli avvallamenti. Lo Sculptra è stato approvato solo per l’utilizzo sul viso. Ma la dott.ssa Henry lo usa per il 90% delle iniezioni sul corpo. Sottolineando che i suoi effetti possono durare da uno a due anni, a seconda del metabolismo del paziente e dell’attività fisica. “È sicuramente un miglioramento sottile – puntualizza – niente di drammatica o troppo evidente. Ma funziona magnificamente per assicurare e ristabilire armonia ed equilibrio alla silhouette”.

 

Vagina

 

Il dott. Kay Durairaj, chirurgo plastico facciale di Pasadena, California, specializzato in iniettabili, afferma che “di recente ho ricevuto molte più richieste rispetto al passato” di procedure specifiche per dare alle labbra esterne della vagina (grandi labbra) un aspetto più pieno. Per ottenere quest’effetto, il dott. Durairaj inietta una fiala di Sculptra per seduta. Che “volumizza leggermente” la zona e leviga le rughe, stimolando la sintesi del collagene. Il trattamento, del tutto indolore, prevede tre appuntamenti a distanza di quattro settimane. Per ottenere un risultato ottimale e visibile che durerà per circa due anni. Le pazienti che si sottopongono a questa procedura sono principalmente donne over 40 molto vitali e dinamiche. Il cui stile di vita è “molto Los Angeles”. Ma è ideale anche per correggere un’asimmetria congenita delle labbra o gli inestetismi post-parto. Alle iniezioni, il dott. Durairaj abbina spesso trattamenti di resurfacing delicati (peeling agli enzimi, ad esempio) per migliorare il tono della pelle, e sedute di radiofrequenza per restituire tono e levigare i tessuti migliorandone l’aspetto generale.

 

Capezzoli

 

Sempre più spesso sia donne che uomini entrano nello studio di un medico e chirurgo estetico per affrontare degli inestetismi legati ai loro capezzoli. “Alcuni pazienti vogliono risolvere un problema di asimmetria, oppure di differente proiezione verso l’esterno, con un capezzolo più sporgente rispetto all’altro. Ma ci sono anche alcuni casi in cui le donne mirano a dargli un spetto più “appuntito” spiega la dott.ssa Sheila Nazarian, chirurgo a Beverly Hills, California.

Off Label in abbinamento agli interventi sul seno

L’aumento dei capezzoli è diventato popolare anche nei pazienti sottoposti a ricostruzione del seno. Dopo che mammelle e capezzoli sono stati asportati per rimuovere un tumore, spinti dal desiderio di dare un aspetto più autentico e naturale al tatuaggio capezzolo-areolare che viene praticato dopo l’intervento oncologico. Secondo la dott.ssa Nazarian, i capezzoli trattati con filler sembrano e appaiono al tatto molto più naturali rispetto alle protesi tradizionali “alcune delle quali fondamentalmente sono solo adesivi”. Per la procedura si avvale di Restylane Defyne, a base di acido ialuronico (una siringa per capezzolo), che è “abbastanza solido per resistere alla spinta della pelle”. In genere sono necessarie due sedute nell’arco di quindici giorni per ottenere il risultato finale desiderato. Che avrà una durata di circa sei, nove mesi. La longevità del filler infatti, dipende principalmente da quanto il paziente è fisicamente attivo e da quanto velocemente metabolizza l’acido ialuronico.

 

Pene

 

Lo scopo principale dell’utilizzo del filler sul pene è quello di ingrandirlo. Non c’è da stupirsi se gli uomini stanno ricorrendo sempre più spesso agli iniettabili per aumentarne le dimensioni senza ricorrere all’intervento chirurgico. Ciò che invece, sorprende, è che tra i pazienti che richiedono questo tweakment ci siamo molti ragazzi. Il dott. Norman Rowe, chirurgo plastico a New York City, dichiara di eseguire ogni giorno almeno quattro-cinque procedure di questo tipo. Aumentando la circonferenza del pene dei pazienti in media di 1,75 cm (mentre solo la chirurgia può incrementarne la lunghezza). A varcare la porta del suo studio, afferma “Sono uomini di tutte le fasce d’età e di tutte le classi sociali, di differenti orientamenti sessuali, sposati e single”. Per eseguire la procedura il dott. Rowe si avvale di Juvéderm Voluma, che “funziona bene, offre risultati prevedibili ed è reversibile”. Le iniezioni sono sicure, l’unica conseguenza è che possono verificarsi dei lividi se vengono assunti dei fluidificanti del sangue. Inoltre sono indolori. Poichè viene utilizzato un anestetico, che blocca i tre nervi che dalla parte inferiore dell’addome confluiscono al pene.

 

Glutei

 

Nel mio studio qui a San Francisco – afferma il dott. David Sieber, chirurgo plastico – ricevo molti pazienti vorrebbero ricorrere a un Brazilian Butt Lift, ma non hanno una quantità di grasso sufficiente per sottoporsi all’intervento e di conseguenza cercano una procedura che ne aumenti comunque la proiezione”. In alternativa al Brazilian Butt Lift, che prevede il prelievo di grasso tramite liposuzione dalle aree dove è presente in eccesso per poi re-iniettarlo nei glutei – il dott. Sieber consiglia le iniezioni di Sculptra.

Come agisce Sculptra usato off label?

Stimolando la produzione di collagene, contribuisce a incrementare e migliorare la forma e il volume dei glutei. Cancellando anche gli inestetismi e gli avvallamenti della cellulite. Il miglioramento avviene gradualmente. E’ relativamente modesto rispetto all’effetto immediato ed evidente che si ottiene ricorrendo all’intervento chirurgico. Perché l’aumento del collagene indotto da Sculptra varia da paziente a paziente. “Le persone anziane – puntualizza – hanno una risposta minore allo stimolo della sintesi del collagene e potrebbero avere bisogno di una quantità più elevata di filler per ottenere lo stesso risultato di u paziente più giovane”. In media sono necessarie da 4 a 10 fiale. I risultati iniziano a essere visibili nell’arco di tre, sei mesi. Mentre la loro durata è difficilmente prevedibile. Perché è strettamente legata alla genetica del paziente. Anche se, in generale, si possono ipotizzare dai quattro ai cinque anni. Il più grande svantaggio di Sculptra, spiega il dott. Sieber, è il suo prezzo. Chi necessita di un grande volume a causa dell’età avanzata o del desiderio di raggiungere una dimensione importante, deve prevedere un costo elevato, paragonabile a quello dell’intervento chirurgico.

off label
Glutei

 

Cicatrici

 

L’utilizzo off-label dei filler può essere di grande aiuto in caso di cicatrici profonde. Caratterizzate da avvallamenti e depressioni. Il dott. Morgan Rabach, dermatologo di New York City, racconta di aver curato un paziente che era stato pugnalato al viso. L’aggressione aveva lasciato una cicatrice larga quasi mezzo pollice che si estendeva dalla parte superiore sinistra della guancia fino alla mascella. Si è quindi avvalso di Juvéderm Voluma iniettandolo per in tutta la lunghezza della cicatrice, riempiendo il solco fino a quando non era perfettamente allienato alla pelle circostante. “La cicatrice – dichiara – era completamente “cancellata”, nient’altro avrebbe funzionato allo stesso modo”.

Ha scelto Juvéderm Voluma

Per la sua capacità di scolpire e definire le aree del volto più statiche. In questo caso non c’erano molto movimenti muscolari nella zona attorno alla cicatrice. Di conseguenza, l’effetto volumizzante del filler poteva essere duraturo per un periodo più lungo di quello abituale. Di norma, infatti, i pazienti che ricorrono a un riempitivo a base di acido ialuronico per minimizzare le cicatrici infossate, per mantenere il risultato ottimale devono ripetere la procedura dopo circa un anno, o a volte anche prima se la zona trattata è sottoposta a continui movimenti.

In conclusione

A volte, la creatività e l’intuito del bravo medico estetico può rappresentare la risorsa più importante per il risultato e per la soddisfazione del paziente. In tutta sicurezza. Questo è ciò che ci stanno insegnando i colleghi americani.

Aggiungi Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *