seno rifatto prima e dopo
  • 59
  • 0

Rifarsi il seno

Per una donna, il seno è una parte importantissima e fondamentale del proprio corpo. Simbolo di femminilità, sensualità, seduzione. Quando una donna non è soddisfatta del proprio seno questo può influire negativamente sulla qualità della sua vita. Decidere di intervenire chirurgicamente, per conquistare il tipo di fisicità che si sogna, a cui si ambisce, che si sente affine alla propria personalità è, senza dubbio, una scelta positiva. Quindi, il seno rifatto prima e dopo è spesso principalmente foriero di una migliore qualità di vita.

seno rifatto prima e dopo
Seno rifatto

Seno rifatto prima e dopo: le motivazioni che spingono le donne alla chirurgia

Quali sono le motivazioni principali per le quali una donna può scegliere di intervenire sul proprio seno?

  1. Le dimensioni sono esagerate o troppo piccole rispetto ai propri soggettivi canoni di bellezza.
  2. La forma del seno non soddisfa.
  3. A causa di dimagrimenti, gravidanze o passare del tempo, il seno è diventato vuoto, cadente, poco tonico.
  4. Esistono evidenti asimmetrie tra una mammella e l’altra.
  5. Il seno è rovinato da smagliature o inestetismi.
  6. Ci si è sottoposte a escissione chirurgica a scopo terapeutico (cancro al seno) e si vuole mettere fine a questo periodo traumatico ricostruendo la mammella.

Quando rifarsi il seno?

Il seno rifatto è una prerogativa che interessa sempre più giovani donne. Non ci sono controindicazioni nella mastoplastica o nella mastopessi in giovane età, a patto che lo sviluppo sia interamente completato.

L’intervento al seno può essere effettuato su:

  • pazienti giovani, a patto che abbiano terminato lo sviluppo, che vogliono modificare, ridurre o ingrandire il seno;
  • donne dopo gravidanza, allattamento, dimagrimenti;
  • signore mature che, con il passare dell’età, hanno visto il proprio seno perdere tono e forma.

E gli uomini?

Esiste uno specifico intervento per gli uomini che soffrono di ginecomastia. Si tratta di un inestetismo dei muscoli pettorali maschili, che diventano abbondanti e morbidi, così da sembrare veri e propri seni. Se questo diventa un motivo di disagio psicologico per il ragazzo o per l’uomo, è possibile intervenire con la chirurgia plastica e correggere definitivamente il difetto. In questo caso, il seno rifatto prima e dopo altri non è che la ricostruzione di pettorali dall’aspetto virile partendo da tessuto muscolare e adiposo.

Implicazioni psicologiche di un seno che non piace

Se una donna non è soddisfatta del proprio seno, può incorrere in svariate problematiche di tipo psicologico e sociale.

Ad esempio:

  • calo dell’autostima che può persino sfociare in depressione;
  • difficoltà di coppia;
  • carenze e difficoltà nel vivere la vita sentimentale, sessuale, sociale;
  • vergogna nell’affrontare situazioni sociali e divertenti come la spiaggia, la piscina, la palestra.

Seno rifatto prima e dopo: la mastoplastica

L’intervento di mastoplastica consente di modificare la forma e le dimensioni del seno. A seconda dei casi permette di riplasmare un seno cadente, ridurlo se troppo grande oppure aumentarne il volume con delle protesi nel caso sia piccolo. A seconda del tipo di intervento (che deve essere sempre preceduto da esami pre-operatori), è differente la procedura chirurgica e il post-operatorio. Se non vengono utilizzate protesi il post operatorio è estremante agevole, tanto da non richiedere l’assunzione di antidolorifici. Il risultato è definitivo a patto che la paziente non subisca un aumento di peso significativo o non allatti dopo una gravidanza.

Se invece, per aumentare le dimensioni di un seno piccolo si ricorre all’inserimento di protesi, il posizionamento dell’impianto potrà essere sotto-ghiandolare o sotto-muscolare, ovvero rispettivamente al di sotto della ghiandola mammaria o del muscolo grande pettorale, oppure Dual Plane (con la parte superiore della protesi inserita sotto il muscolo grande pettorale e quella inferiore sotto la ghiandola mammaria).

seno rifatto prima e dopo
Mastoplastica: protesi sì protesì no?

Seno rifatto prima e dopo: pre e post operatorio

Il pre-operatorio è simile al caso precedente, ovvero ci si dovrà sottoporre a esami appropriati ed effettuare un’ecografia. ll postoperatorio è fastidioso nei primi 3-4 giorni, durante i quali è necessario prendere degli antidolorifici. Le attività quotidiane abituali potranno essere riprese dopo circa 7 giorni, mentre per quelle sportive si dovrà attendere un mese. Il risultato è definitivo e, in caso di gravidanza, permette l’allattamento poiché non compromette la funzionalità e l’integrità della ghiandola mammaria.

Follow up

È importante ricordare che è bene sottoporsi a dei controlli e che le protesi attualmente sul mercato, in particolare quelle di alcune case produttrici, sono altamente biocompatibili. Assicurano il più elevato livello di sicurezza, resistenza e comfort e sono garantite a vita, tanto che l’aspettativa è che un seno rifatto possa durare molto a lungo.

Seno rifatto prima e dopo: come migliorano estetica e vita?

seno rifatto prima e dopo
Seno rifatto

Alla domanda “seno rifatto prima e dopo, cosa ne pensi?” la quasi totalità delle donne che sono ricorse alla chirurgia plastica per modificare il proprio seno sono soddisfatte.

In particolare:

  • si ottiene l’aspetto e la forma fisica che si è sempre desiderato, che corrisponde alle proprie aspettative di bellezza;
  • è possibile riottenere il seno che si aveva prima del parto o in gioventù;
  • aumenta l’autostima e, di conseguenza, la qualità della vita sociale.

Aggiungi Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *