paura di decidere
  • 275
  • 0

Paura di decidere: mi ritocco o no?

Prendere delle decisioni nella vita è sempre complicato. La paura di decidere la sperimentano tutti, prima o poi. E che siano banali o fondamentali, poco importa. Ogni scelta comporta l’insorgere di dubbi e incertezze. Da quale film vedere a cosa mangiare al ristorante. Fino a un cambiamento radicale, senza tirare in ballo il celebre “Essere, o non essere” (To be, or not to be), iconica frase dell’Amleto di William Shakespeare.

Affrontare la novità e la paura di decidere

paura di decidere
Dubbi e Paure

Il nuovo e ciò che non è conosciuto spaventa e ci rende insicuri.

E’ insito nella nostra natura ed è applicabile a qualsiasi settore dell’esistenza:

  • vita;
  • amore;
  • lavoro;
  • salute;
  • paura di decidere per gli altri, ad esempio i figli;
  • bellezza.

Quando si tratta di modificare il proprio aspetto fisico ricorrendo alla medicina e chirurgia estetica ci sono dubbi, ripensamenti, timori. Sono assolutamente normali, tanto da mettere a dura prova anche la determinazione più forte.

Fortunatamente però, oggi, decidere consapevolmente è meno complicato

Grazie alle molteplici opzioni sempre più performanti e ai numerosi progressi nella tecnica, nella sicurezza e nell’accessibilità delle procedure chirurgiche e non chirurgiche. Tuttavia, non sempre questo è sufficiente per dissipare del tutto la paura di decidere, che può renderci non obiettivi. O bloccarci nel prendere una decisione consapevole quando si tratta, in particolare, di affrontare un intervento di chirurgia plastica o estetica.

Che fare? Ecco come affrontare e cancellare i più diffusi timori

Paura infondata: “L’unica cosa di cui aver paura è la paura stessa”

Roosevelt pronunciò questa frase il 4 marzo 1933. Ai tempi in cui il popolo degli Stati Uniti era attanagliato dalla paura durante la Grande Depressione. Non stava di certo riferendosi ai canoni e ai trendy estetici del momento né, tanto meno, agli stereotipi suggeriti dai media o dalla moltitudine di post sui Social. Ma senza alcun dubbio questa sua affermazione può essere applicata all’universo beauty. Perché la paura di decidere, infondata, è uno dei principali motivi che portano a evitare o addirittura a rinunciare a un intervento anche se si è fortemente motivati ed è realmente quello che desideriamo.

La soluzione numero uno è informarsi

Rivolgendosi innanzitutto a un chirurgo estetico qualificato ed esperto. Che saprà rispondere a tutte le domande che gli verranno poste e illustrerà con professionalità e obiettività tutti i dettagli della procedura cui ci si sottoporrà. Facendo chiarezza anche sulle eventuali problematiche e sulle reali aspettative in termini di risultato.

Affidarsi a un esperto fa passare la paura di decidere

Questa soluzione rappresenta senza alcun dubbio la migliore risorsa per trovare risposte sicure. E, soprattutto, per avere un consulto personalizzato che valuti attentamente le esigenze individuali. Non si può, tuttavia, non citare quale altra fonte d’informazione, almeno in una prima fase, il web. A patto di valutare attentamente l’affidabilità della fonte online che viene consultata. Esistono siti e piattaforme (create e gestite da professionisti o appartenenti alle associazioni di categoria) che offrono una grande quantità di informazioni precise e puntuali su qualsiasi tipo di procedura. Dal filler dermico al lifting del viso. Dalla mastoplastica alle iniezioni di botulino. Contribuendo così a fare chiarezza e a informare correttamente aiutando nel prendere una decisione consapevole.

paura di decidere
Medico Qualificato

Il costo

Quanto influisce il fattore “spesa” sulla paura di decidere di affrontare un intervento estetico? La chirurgia plastica qualificata ha un suo prezzo e non è a “basso costo”, in saldo o economica. Assolutamente da evitare il “low cost”. In quest’ambito, più che altrove, è d’obbligo tenere a mente la frase “troppo bello per essere vero”. Che significa esattamente ciò che afferma. Dietro promozioni, sconti e offerte a prezzi stracciati si nascondono quasi sempre:

  • mancanza d’esperienza;
  • strutture non adeguate;
  • materiali da scarsa qualità.

Va però sottolineato che oggi la chirurgia estetica è diventata molto più accessibile rispetto al passato e a portata di quasi tutti i budget

Inoltre, non sono rari i professionisti che offrono la possibilità di un finanziamento. Questa soluzione rende più semplice anche affrontare la paura di decidere e convincersi a sottoporsi al trattamento che risolverà il proprio difetto estetico o inestetismo. Cosa che migliorerà la qualità della vita, in quanto riporterà alta l’autostima.

paura di decidere
Quanto costa un ritocchino?

Sembrare “rifatto”

Ritrovarsi con un aspetto innaturale e a volte palesemente “finto”, che svela l’essersi sottoposti a un “ritocchino” più o meno invasivo, è uno dei timori più diffusi. Complici le immagini di “prima e dopo” implacabili pubblicate sui Social e sui Magazine. Che mostrano risultati a volte davvero tragici ottenuti da pazienti comuni ma, più spesso, da celebrities e personaggi noti. La medicina e chirurgia estetica hanno fatto passi da gigante negli ultimi decenni e mettono a disposizione dei professionisti tecniche e prodotti sempre più avanzati, sicuri e performanti. È innegabile poi che i migliori chirurghi si differenziano non solo per la loro esperienza e abilità “sul campo”, ma anche per il loro senso estetico e per la capacità di assicurare ai pazienti risultati naturali e realistici.

E se il timore che impedisce di prendere una decisione è quello di ottenere un esito innaturale che si fa?

Parlarne con il proprio medico è sicuramente il primo passo da compiere. L’obiettivo cui mira un professionista qualificato è sempre quello di fare apparire al meglio i propri pazienti. Migliorandone la bellezza naturale senza stravolgerne la morfologia. Un dialogo aperto e sincero permetterà a entrambi di valutare ed eventualmente correggere le aspettative relative all’esito della procedura.

“Pausa” forzata

Alzi la mano chi oggi non si lamenta della mancanza di tempo! Dei ritmi pressanti del lavoro e della famiglia, dello stress che implica il rispettare il programma di attività quotidiano, e, soprattutto, dell’impossibilità di ritagliarsi una “pausa”. Quindi, la sola idea di prendere un giorno, una settimana o un mese di riposo per recuperare dopo un intervento, senza forzare le tappe del decorso post-operatorio, spaventa. Anche in questo caso, un incontro con il chirurgo estetico è indubbiamente di grande aiuto. Informandosi sui tempi di attesa necessari per poter riprendere le attività quotidiane e la vita sociale si potrebbe infatti, rimanere sorpresi. La maggior parte delle procedure oggi non richiede il ricovero ospedaliero e viene eseguita in regime di day hospital . Anche il post-operatorio prevede tempi di inattività davvero brevi! A volte è possibile riprendere i ritmi abituali addirittura il giorno successivo all’intervento.

Chi decide?

Le opinioni di amici e familiari, è innegabile, hanno un peso importante per ciascuno di noi. Possono essere una delle ragioni che spingono a rinunciare a sottoporsi ad una procedura di chirurgia estetica. Diciamo la verità. A chi piace essere giudicato per una sua scelta o un suo comportamento? In questo caso porsi la domanda:

  • Perché dovrei lasciarmi influenzare al punto da non soddisfare il mio desiderio?

Viene spontaneo ma lo è altrettanto prestare ascolto ai pareri altrui.

La soluzione migliore è:

“Capovolgere” la situazione, coinvolgendo chi ci è vicino così da avere il suo supporto. Ad esempio, facendosi accompagnare all’appuntamento con il chirurgo dal partner o da un amico. Condividendo tutte le informazioni sulla procedura e cancellando eventuali dubbi, non solo diventerà un prezioso “alleato” ma sarà rassicurato e a sua volta contribuirà a fugare i timori dell’altro.

paura di decidere
Decisione!

Sintesi sulla paura di decidere

La paura di decidere di sottoporsi a un intervento di chirurgia estetica è assolutamente personale. L’importante, prima di qualsiasi scelta è “fare i compiti”. Ovvero raccogliere quante più informazioni possibile e rivolgersi sempre a un chirurgo qualificato ed esperto.

Aggiungi Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *