imene
  • 1.253
  • 0

Imene: cos’è

L’imene è una sottile membrana, elastica e piuttosto resistente, presente all’ingresso della vagina. E’ la prova della verginità di una donna. Caratteristica che, oggi, non ha forse più lo stesso valore di un tempo ma che, per molte ragazze, resta comunque qualcosa di intimo, personale e importante.

La funzione dell’imene

L’imene è presente in tutte le femmine dalla nascita. Anche se alcune neonate possono nascerne già geneticamente sprovviste. Fisiologicamente non ha nessuna funzione particolare. Se non quella di proteggere l’ingresso della vagina, cosa che tuttavia non è importante ai fini della salute. L’imene presenta un’apertura, che serve a far fuoriuscire il sangue mestruale.

L’imene come simbolo di verginità

imene
Imene

L’unica funzione, totalmente simbolica, dell’imene è quella di “certificare” la verginità sessuale di una ragazza o di una donna. Infatti, con il primo rapporto sessuale, questa membrana di sfalda, producendo in alcuni casi una perdita di sangue.

E’ comunque importante tenere presente che:

  • come detto prima, è possibile che alcune donne nascano sprovviste del tutto di imene;
  • non sempre la perdita della verginità, data dallo sfaldamento della membrana, produce sanguinamento;
  • è possibile che l’imene resista ai primi rapporti sessuali, sfaldandosi in quelli successivi;
  • l’imene può rompersi anche senza necessariamente l’avvento di un rapporto sessuale, ad esempio a causa di un trauma;
  • in rarissimi casi lo sfaldamento della membrana può provocare un copioso sanguinamento, che potrebbe anche evolvere in una emorragia.

L’imenoplastica

Negli ultimi tempi, soprattutto tra le Celebreties di Hollywood, si è sentito molto parlare di imenoplastica.

Cos’è?

Si tratta dell’intervento di chirurgia plastica atto a ricostruire l’imene. Una sorta di “ricostruzione della verginità” che sembra essere stata una scelta e una svolta di vita per diverse donne del jet-set. Che hanno dichiarato di essere arrivate a prendere questa decisione per motivi molto più profondi di quelli che si potrebbero ipotizzare.

Perché ricorrere alla ricostruzione plastica dell’imene?

Per una donna la verginità può essere considerata, tutt’oggi, una virtù importante. Fa parte di quella sfera intima e personale che ognuno vive a suo modo, in base alla propria sensibilità ed esperienza di vita.

Alcune delle motivazioni che giustificano il ricorso all’imenoplastica:

  • il voler ripristinare una situazione di “verginità” per rivivere le emozioni sessuali intense dell’adolescenza, della gioventù;
  • il gesto simbolico di “tornare vergini” nel momento in cui ci si accorge di aver finalmente incontrato la persona della propria vita, l’anima gemella;
  • il tentativo di ripristinare una sessualità più confortevole e soddisfacente dopo, magari, un parto vaginale particolarmente traumatico o che ha segnato negativamente il rapporto con il proprio corpo;
  • il desiderio di “chiudere un periodo della propria vita” e ricominciarne un altro, totalmente nuovo.
imene
Imenoplastica

In tutto questo bisogna sottolineare un caso specifico, che purtroppo interessa più donne e ragazze di quanto si pensi. L’imenoplastica è richiesta, spesso, da chi ha subito violenza sessuale o un qualsiasi trauma durante le sue prime esperienze. Dopo un adeguato percorso psicologico, per “mettere fine” all’episodio traumatico e accogliere il proprio futuro più serenamente, alcune ragazze o donne scelgono di ricostruire la propria verginità grazie alla chirurgia plastica.

L’intervento

L’imenoplastica consiste nel ricostruire, appunto, l’imene. Rendendolo più simile possibile a quello originario, quindi seguendo la forma soggettiva della vagina della paziente. Naturalmente, anche in questo caso, la membrana ricostruita si sfalderà al primo o nei successivi rapporti sessuali. Questo perché i materiali utilizzati per la sua ricostruzione sono, appunto, studiati per riprodurre le stesse caratteristiche fisiologiche dell’imene:

  • elasticità;
  • stratificazione sottile;
  • capacità di sfaldarsi per liberare l’ingresso della vagina e rendere i successivi rapporti, nonché i parti, più agevoli.

Quando e a chi è consigliata l’imenoplastica

Si tratta di un intervento di chirurgia intima che, proprio per questo, deve essere valutato soggettivamente dalla donna. Che deve sentirsi appoggiata e compresa nella sua decisione.

Quindi:

  • pazienti che desiderano compiere questo “gesto simbolico” per ritrovare un rapporto equilibrato con il proprio corpo;
  • ragazze e donne che pensano che questo intervento possa aiutarle a ristabilire un buon rapporto con la sessualità;
  • coloro che si sono sentite traumatizzate, in qualche modo, a livello vaginale, per un parto o per un rapporto violento o con la persona sbagliata.

In tutti questi casi è importante che il chirurgo sfoderi tutte le sue doti di empatia e sensibilità. Per comprendere appieno le motivazioni profonde della paziente e accompagnarla in questo percorso di “ricostruzione” che, pur non facendo alcuna differenza a livello fisiologico ed estetico, potrebbe rappresentare, psicologicamente, un grande passo verso la risoluzione di molti irrisolti.

Ricostruire l’imene è un intervento invasivo?

L’imenoplastica è, a tutti gli effetti, un intervento chirurgico. Richiede quindi una visita preliminare, un check-up di idoneità alla chirurgia, l’anestesia totale e un day hospital. In genere ha un periodo di convalescenza abbastanza breve, seppur soggettivo, e si torna a svolgere la propria vita abituale e sessuale nel giro di un mese al massimo.

Il post-operatorio

Dopo l’intervento è possibile controllare eventuali sensazioni di fastidio con blandi e semplici antidolorifici da banco, per qualche giorno. Bisognerà fare attenzione all’igiene intima, utilizzando dei detergenti delicati e specifici, consigliati in genere dal chirurgo stesso. Nel giro di pochi giorni si sarà perfettamente in grado di riprendere la propria vita abituale.

L’importanza dell’assistenza psicologica

imene
Imenoplastica

Le ragazze e le donne che scelgono di ricostruire il proprio imene in seguito a eventi traumatici, come ad esempio un parto difficile o un episodio di violenza, dovrebbero giungere a questa decisione dopo un adeguato percorso di analisi presso un professionista. E’ importante che si facciano seguire anche durante quest’ultimo step. In modo da concludere il percorso iniziato nel migliore dei modi e sentirsi pronte ad aprire un nuovo e sereno capitolo della loro vita. Relazionale, personale, affettiva e sessuale.

I prezzi dell’imenoplastica

La ricostruzione dell’imene fa parte degli interventi di chirurgia plastica, quindi effettuabili solo privatamente, a pagamento. Il prezzo dell’intervento varia in base ad alcuni fattori:

  • competenza del chirurgo;
  • tipo di struttura;
  • tempo dell’intervento;
  • materiali e metodiche utilizzate;
  • necessità o meno di day hospital o di una notte di ricovero;
  • eventuale necessità di effettuare più visite preliminari prima che la paziente prenda una decisione definitiva.

 

Aggiungi Commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *