lifting viso
  • 701

Il lifting viso è, da sempre, uno degli interventi più richiesti in chirurgia plastica. Sia dalle donne che dagli uomini. Si tratta di una procedura chirurgica in grado di eliminare le rughe e le lassità del volto. Tipiche dell’età matura e, nella stragrande maggioranza dei casi, escluse le persone che possono contare su un’ottima genetica, inevitabili. Il punto che vogliamo affrontare oggi è: ci sono limitazioni d’età per sottoporsi a questo trattamento? Esiste un limite oltre in quale non è più consigliabile intervenire sul proprio viso con l’obiettivo di renderlo più giovane e fresco? La risposta è no. Il lifting può essere effettuato da qualsiasi persona abbia desiderio di rinfrescare il proprio aspetto e donarsi una seconda giovinezza. Naturalmente, però, esistono alcune accortezze da tenere in considerazione. Scopriamo insieme quali nel corso di questo articolo.

lifting viso

Il lifting viso in età matura: perché no?

Un esempio conosciuto da molte persone è certamente Gemma di “Uomini e Donne”. Che ha fatto molto discutere. Perché, a 71 anni, ha deciso di regalarsi un lifting viso. Il risultato? Adesso può vantare un ovale molto più definito, una pelle più levigata e un aspetto generale molto più sano e giovane. Il tutto senza aver stravolto i suoi lineamenti o aver cambiato faccia ed espressività. Un esempio per tutte le signore e i signori che desidererebbero fare qualcosa per ringiovanire il proprio aspetto. Ma temono che non sia il caso, raggiunta una certa età. Niente di più sbagliato. Non esistono limitazioni anagrafiche per piacersi e rinsaldare la propria autostima. L’importante è agire con buonsenso e affidarsi a un bravo chirurgo. Che sappia dare i consigli giusti. E intervenire sul volto senza snaturarlo ma, piuttosto, lavorare in armonia con i lineamenti naturali per ottenere un risultato sobrio ed elegante.

Cos’è il lifting viso?

Il lifting del viso è un intervento chirurgico che mira ad eliminare rughe, lassità cutanee e segni di espressione nei visi maturi. Consiste nel praticare delle incisioni in zone strategiche e invisibili. Ad esempio all’attaccatura dei capelli, dietro le orecchie, sotto il mento. In questo modo è possibile eliminare la pelle in eccesso e tirare quella rimanente. Il risultato finale è un volto nettamente più giovane, l’eliminazione delle rughe e la ridefinizione dell’ovale. Nel complesso, un viso che dimostra diversi anni di meno rispetto all’età anagrafica del paziente.

Per chi è indicato questo tipo di intervento?

Il lifting viso non è certamente l’intervento di chirurgia plastica più consigliato alle persone giovani. Infatti, prima di arrivare alla decisione del lifting, esistono altri approcci, meno invasivi, che possono rinfrescare il viso di un/a quarantenne/cinquantenne. Dopo i cinquant’anni, però, inevitabilmente è necessario passare a metodi più efficaci se si desidera ottenere un ottimo risultato.

Il candidato ideale al lifting viso è:

lifting viso

  • una donna o un uomo in età matura, quindi a partire dai 45/50 anni in poi;
  • in perfetta salute fisica;
  • senza particolari margini di rischio rispetto all’anestesia e alla chirurgia;
  • convinta/o della sua scelta e motivata/o a sottoporsi all’intervento per puro piacere e volontà personale.

Ci sono limiti d’età per sottoporsi al lifting viso?

Nessun limite d’età. Nessuna persona dovrebbe mai sentirsi troppo vecchia per vivere la propria vita appieno, piacersi, guardarsi allo specchio con soddisfazione e sentirsi a proprio agio nella propria pelle. Tuttavia, è necessario sottolineare che possono esserci limitazioni date dallo stato di salute. La chirurgia plastica, in generale, non è consigliata a coloro che soffrono di gravi patologie e che, quindi, non risultano idonee all’utilizzo dell’anestesia. Ricordiamo che il lifting viso è un intervento che viene eseguito in anestesia generale. Richiede un day hospital, ma in certi casi anche un vero e proprio ricovero di un giorno e una notte. E necessita di un breve periodo di convalescenza con eventuale assunzione di farmaci antinfiammatori. Per tutti questi motivi, in presenza di gravi patologie, è consigliabile evitare.

Lifting viso e risultato naturale: è possibile?

Una delle maggiori paure dei clienti che chiedono un consulto pre-operatorio per sottoporsi a lifting è quella di perdere la propria espressività. Esiste, radicato nell’immaginario collettivo, questo pregiudizio. Per il quale si pensa che chi si fa “la plastica al viso” possa snaturare i propri lineamenti e trasformarsi in una persona priva di espressione, uguale a tutte le altre che hanno fatto la stessa scelta. Niente di più sbagliato, soprattutto al giorno d’oggi. Periodo in cui le tecniche di chirurgia estetica hanno fatto passi da gigante e abbiamo a disposizione molte soluzioni. Così da poter offrire a ogni paziente un trattamento personalizzato. Che rispetti le linee del suo viso e sia in grado di restituire giovinezza e freschezza senza andare a intaccare la naturale espressività.

Un bravo chirurgo fa la differenza

In questo fa la differenza, soprattutto, la mano del chirurgo. Sottoporsi a un lifting viso è una decisione importante. Che va maturata con calma e serenità. Affidarsi a un medico specializzato, meglio se esperto anche di contouring, è senza dubbio la scelta ideale. Sarà proprio il chirurgo, infatti, a proporre alla/al paziente la tecnica d’intervento migliore per ringiovanire il viso senza stravolgerne la naturalezza. E’ importante, infatti, non solo concentrarsi sull’eliminazione delle rughe e l’effetto rassodante. Ma soprattutto ripristinare l’equilibrio e l’armonia che, con il passare del tempo, viene a mancare.

Esistono alternative al lifting efficaci anche sui volti maturi?

lifting viso

In alternativa al lifting viso si può proporre il botulino. Anche se, come abbiamo detto poco fa, questi approcci più soft sono maggiormente consigliati alle/ai pazienti più giovani. Il botox offre certamente diversi vantaggi.

Tra i quali:

  • è poco invasivo, quindi indicato anche a coloro che non sono risultati idonei alla chirurgia;
  • più economico rispetto all’intervento;
  • non necessita né di ricovero né di lunghi tempi di convalescenza.

Tuttavia presenta anche degli svantaggi:

  • l’effetto non è netto come nel caso del lifting viso;
  • dopo qualche mese l’effetto svanisce e il trattamento deve essere ripetuto.

Quindi possiamo dire che, in caso una/un paziente in età matura non possa, per motivi di salute, optare per la chirurgia potrebbe comunque scegliere di affidarsi al botox per dare una rinfrescata al proprio viso. Fermo restando che, dopo una certa età, il miglior risultato si ottiene esclusivamente con un lifting ben eseguito.