mascherina
  • 312

Al giorno d’oggi indossare la mascherina è fondamentale per proteggere la propria e l’altrui salute. Oltre che obbligatorio. Questo cosa comporta? Il nascondere metà del viso. Si può essere lo stesso belli, affascinanti e seducenti pur con metà volto coperto? Certo. L’importante è puntare tutto sugli occhi e sullo sguardo. Che devono essere svegli, freschi, attenti, molto curati nei dettagli. In questo la chirurgia estetica può aiutare. Proponendo sia interventi atti a ringiovanire e rinfrescare la zona del contorno occhi. Eliminando rughette e zampe di gallina. Sia, per i più giovani, a contrastare inestetismi come borse e occhiaie.

mascherina

La mascherina: non se ne può fare a meno

Dall’inizio del 2019 la mascherina è diventata una nostra fedele compagna. E’ necessaria. In quanto protegge gli altri dal contagio. Indossandola tutti si viene a creare una sorta di rete protettiva di massa. Indispensabile per contenere i contagi da Covid19 e contribuire, tutti insieme, a sconfiggere questa pandemia che da un anno tiene in scacco tutto il mondo. Attentando al nostro bene più prezioso: la salute. La mascherina, comunque, non è sicuramente un accessorio che aiuta a sentirsi attraenti e seducenti. Copre parte del volto, nascondendo la bocca. Da sempre considerata uno dei punti luce di un bel viso. Tutto è perduto, quindi? Assolutamente no! Basta puntare sugli occhi. E fare di tutto affinché risultino bellissimi, intensi, giovani e freschi. Seducenti e ammalianti. Come si può raggiungere questo obiettivo?

Zampe di gallina: un cruccio che si può risolvere

Uno dei problemi più frequenti per quanto riguarda il contorno occhi sono le cosiddette zampe di gallina. Ossia quelle rughette, piccole e sottili ma numerose, che compaiono agli angoli degli occhi. Non sempre è colpa dell’età. Alcune persone si trovano a fare i conti con questo inestetismo fin da giovani. Come si possono eliminare?

Ci sono diversi approcci da poter considerare

  1. Se si tratta di piccole rughette di espressione, su un uomo o una donna giovane, è possibile tentare con qualche trattamento poco invasivo. In questi casi, ad esempio, funziona molto bene il needling con il dermaroller. Si tratta di un rullo cosparso di aghi, che punzecchiano la pelle. Questo traumatizza l’epidermide che inizia a produrre più collagene. Dando il via a una sorta di riparazione e rigenerazione naturale.
  2. In alternativa si può usare il botox. Panacea di quasi tutti i mali, quando si parla di tecniche di ringiovanimento. A seconda della gravità del caso il medico stabilirà dosaggi e numero di iniezioni. Il risultato è certamente garantito anche se non definitivo. Infatti, il botulino dopo alcuni mesi perde la sua efficacia e il trattamento va ripetuto.

Rughe più profonde

Se, invece, le rughe nella zona del contorno occhi sono profonde, magari accompagnate anche da cedimento cutaneo a causa dell’età, la soluzione migliore è sicuramente la blefaroplastica.

mascherina

Cos’è?

Un intervento di chirurgia plastica che permette di tirare la pelle nella delicata zona del contorno occhi. Il risultato consiste nell’eliminazione delle rughe e delle pieghe e nel sollevamento dell’arco sopraccigliare. Per uno sguardo decisamente più giovane e fresco. Rinnovato. L’intervento è piuttosto impegnativo ma ha il vantaggio di essere definito e promettere risultati eccezionali. A seconda del difetto da correggere si pratica una piccola incisione e si elimina la pelle in eccesso. Così da restituire all’area perioculare levigatezza e tonicità. Dopo l’intervento bisognerà pazientare qualche giorno, per permettere alla pelle di guarire e sgonfiarsi e agli ematomi di schiarirsi. Il risultato, però, è visibile al massimo della sua riuscita già dopo 10-15 giorni.

Contrastare borse e occhiaie

Un altro problema, comune a moltissime persone, che rischia di inficiare la bellezza e l’intensità dello sguardo sono le famigerate occhiaie. Quelle ombre scure che pesano sotto gli occhi, li appesantiscono e compaiono per tante ragioni, spesso inevitabili. Stanchezza, mancanza di sonno, alimentazione scarsa in vitamine, semplice predisposizione genetica.

Le soluzioni

  1. IPL: luce pulsata intensa. Serve a stimolare la pelle a produrre nuovo collagene. Spesso, l’occhiaia si forma semplicemente perché la pelle del contorno occhi è molto sottile. Incrementare il collagene crea volume, rendendo così il segno scuro meno visibile.
  2. Microdermoabrasione o peeling chimico. Perfetto per chi soffre di ombre scure, date da iper-pigmentazione. Questi trattamenti esfoliano in maniera profonda ma delicata, disgregando gli agglomerati di melanina. Spesso reponsabili della comparsa degli antiestetici cerchi marrone/nerastri.
  3. Luce pulsata che stimola la circolazione. Questa tecnica è particolarmente consigliata a chi soffre di occhiaie viola e capillari in evidenza. Che danno alla pelle del contorno occhi quel colore dall’aspetto poco sano, rossastro-bordeaux fino a franco violaceo.
  4. Lipofiller o filler riempitivi. Sono consigliati per coloro che soffrono di occhiaie perché hanno una depressione dell’osso periorbitale. Che, formando una conca, proietta un’ombra scura sotto l’occhio. Oppure per coloro le cui occhiaie sono determinate per carenza di grasso in zona perioculare. I filler riempitivi creano volume. Dando così all’occhio, e in generale alla parte centrale del viso, un aspetto più sano e giovane.

Blefaroplastica anche per curare occhiaie e borse?

mascherina

Nei casi più gravi, ossia quando le occhiaie sono così profonde e scure da non poter essere trattate con metodiche soft, la blefaroplastica resta comunque un’ottima opzione. Anche per contrastare questo problema. In questo caso si lavorerà nella zona sottostante l’occhio. Tirando la pelle fino a farla aderire il più possibile alle ossa sottostanti. Eliminando così la conca che provoca l’occhiaia e tende a colorarsi di scuro.

E i cosmetici?

I cosmetici, anche se di eccezionale qualità, non sono mai paragonabili, per risultati, ai trattamenti di medicina estetica o agli interventi di chirurgia plastica. Tuttavia sono da considerarsi un ottimo coadiuvante. Dopo il trattamento o l’intervento andranno certamente usati. Per ottimizzare i risultati e conservarli a lungo nel tempo. Per il contorno occhi è bene utilizzare sempre un idratante, meglio se antirughe, specifico. Per le occhiaie, invece, esistono creme schiarenti, soprattutto se il problema è la colorazione bruna/giallastra/marrone/nera. Le occhiaie viola, invece, possono essere minimizzate con correttori verdi.

Qualche consiglio supplementare

Dopo aver eseguito il trattamento per restituire freschezza e giovinezza al contorno occhi sarà bene cercare di mantenere i risultati. La pelle attorno agli occhi, come quella del resto del corpo, risente degli agenti atmosferici e del nostro stato di salute.

Quindi:

  • utilizzare sempre una crema con filtro solare quando si esce, anche in inverno;
  • struccarsi ogni sera e utilizzare un idratante-emolliente, soprattutto se si è stati al vento e al freddo;
  • seguire sempre uno stile di vita sano e non dimenticare mai di bere un sufficiente numero di bicchieri di acqua ogni giorno. L’idratazione è fondamentale per la bellezza della pelle e inizia dall’interno.